Florida, arrivo!

 Aiuto, chi parte con me?!

Sono anni che non me ne va bene una: niente lavoro, relazioni personali da dimenticare, nessuna soddisfazione personale… Ed ora, apro la mail e vedo ciò che aspettavo da tutta una vita. A settembre si parte per la Florida!




Non è un viaggio di piacere, questo è un lavoro di un anno, che potrebbe in futuro aprirmi ogni porta, che ha tanto da insegnarmi sotto ogni punto di vista. Starò per 12 mesi a contatto con persone provenienti da tutto il mondo, imparerò lingue nuove, vedrò cose spettacolari. Davvero, sembra un sogno; ovviamente ci saranno peripezie, momenti di infinita tristezza per la lontananza, attimi in cui crederò di non farcela, ma sarò sempre pronta a rialzarmi!

Cose da fare

Ma che si può fare in Florida?  Riassumiamo il tutto in qualche punto.

  • Dormire in un sottomarino (previo brevetto da sub);
  • Vedere il più grande edificio in mattoni d’America (Fort Jefferson);
  • Perdervi nel Wizarding World of Harry Potter (sto già piangendo dall’emozione);
  • Vedere Cuba, ma senza richiedere il visto specifico (Little Avana è vicino a Miami);
  • Fare un giro in rollerblades a Miami;
  • Dipingere un quadro mentre si sorseggia vino (painting with a twist);
  • Andare a Disney World (fate un salto ad Epcot, si trova qui il padiglione italiano, nel distretto futuristico).

Sono strani questi americani!

In questo mondo così diverso dal nostro, si incontrano anche leggi abbastanza strane, come per esempio:

‘E’ vietato vendere il proprio figlio.’

‘Le donne non coniugate non possono saltare col paracadute di domenica, o saranno passibili di multa o arresto.’

E poi dicono che siamo noi quelli strani…

 

Info pratiche

Per quanto riguarda gli aspetti pratici, vi serve solo un passaporto (valido per almeno altri sei mesi),  un visto, da richiedere all’ ambasciata competente e una patente italiana se intendete guidare auto noleggiate (attenti, hanno solo il cambio automatico!).

La lingua più parlata, ancora per poco, è l’anglo – americano, che sta per essere surclassato dallo spagnolo.

Munitevi di adattatori, infradito, crema solare e tanta voglia di mettervi in gioco, e sarete pronti a partire insieme a me!

I commenti sono chiusi.